SCALDABAGNO ELETTRICO: CONSIGLI PER LA SCELTA
Lo scaldabagno è un dispositivo che produce acqua calda per uso domestico. Migliore è la qualità, maggiori saranno le prestazioni e il risparmio di energia elettrica.

Scaldabagno

Esistono due tipi di scaldabagno elettrico:

AD ACCUMULO:
L’acqua è sempre pronta per l’utilizzo ed è conservata in un serbatoio che va dai 50 ai 500 litri. Per scegliere la capacità del serbatoio le linee guida calcolano 50 litri a persona. In realtà una doccia consuma dai 30 ai 60 litri, una vasca piena ne contiene 150. 5 litri occorrono per una lavata di mani e 30 litri per lavare i piatti, quindi la stima dei 50 litri è spesso del tutto insufficiente. Si consiglia, perciò, di effettuare una lettura del contatore giornaliera per verificare il consumo familiare e acquistare il boiler più adatto.
ISTANTANEO:
L’acqua è riscaldata quando serve ed è senza serbatoio. La potenza del boiler elettrico istantaneo è tra i 3 KW e i 24KW, il suo consumo è quindi superiore a quello ad accumulo. Tuttavia, funzionando a piena potenza solo quando eroga acqua calda, consumerà fino al 30% in meno rispetto all’altro, che dovrà mantenere un grande volume di acqua calda per la maggior parte del giorno e della notte. Inoltre, è un’ottima soluzione associato ai pannelli fotovoltaici.
SCALDABAGNO ORIZZONTALE O VERTICALE?
Lo scaldabagno più comune è quello verticale, poiché si adatta più facilmente ad ogni spazio. Quelli orizzontali, invece, possono essere fissati al suolo, al soffitto o a metà parete e si consiglia di prendere una capacità maggiore di 50 litri rispetto al modello verticale equivalente.

Scaldabagno

Esistono anche scaldabagni ultrapiatti dall’aspetto futuristico, che si adattano agli spazi più angusti ma che hanno dei prezzi decisamente più elevati.